Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

BLOCCO SCARICO DEPURATORE A TORRE GUACETO

giovedì 4 dicembre 2014
BLOCCO SCARICO DEPURATORE A TORRE GUACETO Il Forum dei Comitati civici chiede al Sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, e al Sindaco di Carovigno, Mimmo Mele, il blocco dello scarico del depuratore di Bufalaria a Torre Guaceto, attraverso una ordinanza sindacale perché arrivano nel mare della riserva le acque di vegetazione dei frantoi: acque che passano dal depuratore ma che non vengono trattenute nella parte oleosa. Il depuratore di Bufalaria nasce per trattare chiaramente solo liquami fognari. A denunciare l'accaduto è lo stesso Acquedotto Pugliese attraverso una lettera,  con la quale si invitano gli Enti interessati a "vigilare col massimo impegno per la prevenzione e il contrasto di simili episodi".
Quello dello scarico di acque di vegetazione nella riserva era uno dei pericoli segnalati già da mesi dal Forum a tutti i responsabili ma, testardamente, qualcuno ha evitato di ascoltare risponderci.
Con la presente comunicazione cogliamo la occasione per dimostrare la nostra solidarietà a Domenico Basile, un civile giornalista che ha subito l'incendio della redazione del suo giornale dove si era sempre espresso a difesa dell'ambiente.
Le migliaia di cittadini che sono scesi in piazza in questi mesi chiedono il rispetto degli impegni presi dal Sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, che ha affermato in più occasioni che avrebbe emesso una ordinanza sindacale rivolta a bloccare lo scarico in caso di valori fuori legge. Ricordiamo che solo il Comune di Brindisi non ha firmato il documento riguardante la decisione di aprire il tubo dello scarico a Torre Guaceto. Chiediamo, inoltre, analogo impegno al Sindaco di Carovigno, Mimmo Mele, in qualità di massimo rappresentante della salute dei cittadini.
Intanto, venerdì 5 dicembre alle 18,30 si rinnova l'invito a prendere parte alla prossima riunione del Forum (in via Porta Lecce, 80). Tra gli ordini del giorno: la data della manifestazione di protesta a Bari sotto la sede della Regione Puglia, per chiedere la chiusura del tubo a Torre Guaceto; lo stop all'arrivo dei rifiuti a Brindisi; la costruzione dell'impianto di compostaggio in una sede idonea.
Condividi su
Partners