Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

Dormire poco fa ammalare

luned́ 9 ottobre 2017
Dormire poco fa ammalareDormire poco e male abbassa le difese immunitarie e comporta squilibri di vario genere che possono portare a contrarre diversi tipi di malattie, fra cui addirittura il cancro.

Sonno agitato e tumori
Secondo uno studio dell’Università di Chicago apparso sulla rivista Cancer Research, un sonno disturbato potrebbe agevolare lo sviluppo di tumori, oltre a incidere pesantemente sull’umore. Non è una novità che uno stile di vita sano è la migliore prevenzione di qualunque tipo di malattie, cancro compreso. Spesso però si trascurano sonno e riposo, componenti fondamentali di un corretto stile di vita, insieme all’alimentazione e all’attività fisica.

Per i ricercatori dormire male e svegliarsi continuamente durante la notte, potrebbe accelerare la crescita del tumore. Il motivo è legato al fatto che un sonno disturbato o insufficiente riduce la capacità di difesa del sistema immunitario.

L’indagine si basa sul presupposto (affermato anche da altre ricerche precedenti) che possa esserci un legame tra le apnee notturne e la difficoltà a prendere sonno con l’aumento della mortalità nei pazienti che soffrivano di cancro.

La ricerca è stata condotta su dei topi e i risultati non lasciano spazio a dubbi: le cavie con tumori il cui sonno era stato appositamente disturbato hanno visto crescere i loro tumori rispetto a quelli che dormivano senza interruzioni. Alla base c’è la risposta di alcune particolari cellule: in caso di sonno discontinuo, le cellule che creano un terreno fertile per il propagarsi del tumore aumentano di numero, di contro quelle che lo contrastano si riducono.

Dormire male favorisce cancro al seno e alla prostata
Dello stesso avviso, una ricerca pubblicata su Current Biology condotta dall’Erasmus University Medical Centre in Olanda, da cui è emerso come un sonno di scarsa qualità è associato in particolare all’aumento del rischio di contrarre il tumore al seno, soprattutto in donne che ne hanno familiarità. Non solo, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention dell’American Association for Cancer Research, gli uomini che soffrono di disturbi del sonno, raddoppiano il rischio di ammalarsi di cancro della prostata.

Gli studi vanno dunque tutti nella stessa direzione e non è un caso che il Nobel per la medicina 2017 sia andato proprio ai ricercatori che hanno studiato i ritmi circadiani, sottolineando anch’essi come interrompere i naturali bioritmi crei scompensi che gettano le basi per lo sviluppo di svariati disturbi e patologie. 
Condividi su
Partners