Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

‪‎FIGC‬‬: DINO DE IUDICIBUS... COLUI CHE HA INEBRIATO IL PUBBLICO BIANCAZZURRO QUEST'ANNO! L'‪‎INTERVISTA‬ ‪ESCLUSIVA DI SAMUELE AVANTAGGIATO

venerdý 15 agosto 2014
‪‎FIGC‬‬: DINO DE IUDICIBUS... COLUI CHE HA INEBRIATO IL PUBBLICO BIANCAZZURRO QUEST'ANNO! L'‪‎INTERVISTA‬ ‪ESCLUSIVA DI SAMUELE AVANTAGGIATOBRINDISI- Di Samuele Avantaggiato- Molti ragazzi, sin da piccoli, puntano ad arrivare in alto grazie alla magica realtà dello sport. Tante sono le discipline, tante sono le scelte, ma poche sono le possibilità. Giovani che guardano il pallone come una sfera di cristallo, sperando in un eventuale futuro da star. Dopo l'intervista esclusiva a Daniele Corsa- talento brindisino dell'atletica leggera- replichiamo adesso con Dino De Iudicibus: bomber dei giovanissimi regionali del Brindisi. Un baby-calciatore d'eccezione, il quale a breve partirà alla volta di Reggio nell'Emilia, per militare nel settore giovanile granata. Ecco le sue dichiarazioni:

Ciao Dino. Innanzitutto ti ringraziamo per aver accettato la nostra intervista. Iniziamo subito: da dov'è nata la tua passione per il calcio?

"Grazie a voi! La mia passione per il calcio è nata quando ero bambino. Molti da piccoli vedono una partita di calcio e si innamorano di questo sport"

Come l'hai coltivata nella tua vita?

"L'ho coltivata giorno per giorno, allenandomi bene"

In merito agli anni trascorsi con la V al petto, ci vorresti raccontare brevemente la tua esperienza?

"La mia esperienza al Brindisi cominciò 2 stagioni fa. E' stata un'esperienza fantastica, soprattutto per me! Essendo brindisino giocare con la V al petto, provoca un'emozione incommensurabile. La prima stagione terminò al secondo posto. Fu un campionato che ci vide in testa per la maggior parte del torneo, poi- forse- l'anno in meno della squadra ci penalizzò. Successivamente ci preparammo per l'anno dopo, il quale è stato a dir poco strepitoso. Peccato non essere riusciti a portare a casa lo Scudetto Nazionale Giovanissimi Dilettanti Puro Settore. Al di là di tutto ciò è stato un grande risultato essere arrivati fino a Chianciano Terme"

Entriamo nel vivo di quest'intervista: come sei riuscito ad entrare nelle giovanili della Reggiana?

"La Reggiana mi contattò poco tempo fa. Ho riflettuto un po' sulla proposta, e credo vivamente di aver fatto la scelta giusta"

Domanda-lampo: consideri l'approdo in Emilia Romagna come un punto di partenza o come un punto di arrivo?

"Sicuramente il mio arrivo nella Reggiana è un punto di partenza"

Dediche particolari?

"Dedico tutto questo alla mia famiglia, perché anche loro hanno fatto tanti sacrifici affinché continuassi ad inseguire il mio sogno"

Cosa consigli ai tanti ragazzi con la tua stessa passione?

"Di non smettere mai di crederci mai, perché come ho detto poc'anzi i sacrifici vengono sempre ripagati"

Il calcio è una disciplina, nella quale bisogna metterci sempre tanto impegno: riesci a conciliare lo sport con tutte le altre attività?

"Si, certamente. Riesco a svolgere tutte le mie attività"

Adesso che sei tra i professionisti a cosa punti?

"Il mio obiettivo è arrivare più in alto possibile"

Qual è il tuo calciatore di maggior interesse?

"Il giocatore al quale mi ispiro è Fernando Llorente, anche se come prime punte mi piacciono Ciro immobile e Diego Costa"

Triplice domanda: che clima hai trovato lì a Reggio? Sono tutti molto tesi per l'inizio delle competizioni? Ti piace l'atmosfera che si respira?

"Quando sono arrivato ieri ho notato che la Reggiana è una società molto seria. Si, l'atmosfera che si respira mi piace molto"

Un pronostico sul prossimo campionato Allievi Lega Pro Unica della Reggiana. Qual è il vostro obiettivo principale, ma soprattutto qual è il tuo? Ottenere un buon piazzamento, passare i play-off e arrivare alle Finali Nazionali in Toscana?

"E' un campionato molto difficile! Cercheremo di dare il massimo, mentre il mio obiettivo sarà fare una grande stagione e cercare di dare un contributo importante lì nel reparto offensivo"

I calendari ufficiali sono appena stati diramati! La prima giornata sarà contro il Renate. Come pensi che andrà?

"Francamente non so che squadra sia il Renate, però prepareremo la partita nel miglior modo possibile"

Un'ultimissima domanda: ti dispiace lasciare Brindisi? Qual è il ricordo più bello che rimarrà impresso vita natural durante nel tuo cuore?

"Mi dispiace molto lasciare il Brindisi, famiglia e amici... I ricordi sono tanti, soprattutto quest'anno, però quello che porterò per sempre nel mio cuore sarà il mio gol contro la Puteolana. E' stata una delle reti più importanti di tutta la stagione. Un'emozione unica!"

Samuele Avantaggiato
Condividi su
Partners