Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

I cibi che solitamente mangiamo nel modo sbagliato

lunedì 16 ottobre 2017
I cibi che solitamente mangiamo nel modo sbagliatoAsparagi, fragole, yogurt e fagioli sono tutti alimenti salutari per il nostro corpo, ma spesso non li mangiamo nel modo giusto e finiscono per perdere i loro nutrienti. Scopriamo quali sono tutti i cibi che non abbiamo mai cucinato nel modo corretto.

E’ ormai risaputo che molti cibi riescono ad avere dei benefici incredibili sulla salute, alcuni migliorano le capacità del cervello, altri devono essere evitati prima del sesso ed altri non devono essere assunti in gravidanza. Molto spesso però questi alimenti non vengono cucinati nel modo corretto e di conseguenza perdono gran parte dei loro nutrienti. Dopo aver scoperto gli ortaggi che dovrebbero essere cotti prima di essere messi a tavola, capiamo anche quali sono gli altri alimenti che abbiamo sempre mangiato nel modo sbagliato.

1. Semi di lino
– I semi di lino contengono fibre, omega-3, lignani e fitonutrienti, tutte sostanze preziose per l’organismo. Il nostro corpo non è però in grado di digerirli quando vengono mangiati inter. E’ per questo che dovrebbero essere schiacciati prima di essere ingeriti, di modo che non perdano le loro proprietà benefiche.

2. Tè nero – Il tè nero è una delle bevande più consumate, ma attenzione e non mischiarla con il latte. I prodotti lattiero-caseari non influiscono sugli antiossidanti che contiene, ma bloccano i benefici cardiovascolari che si sarebbero potuti ottenere poiché le proteine del latte rendono i nutrienti del tè più difficili da assorbire.
3. Broccoli – I broccoli sono uno di quei cibi che dovrebbero essere mangiati sempre crudi o al massimo al vapore. Bollendoli o friggendoli infatti perdono vitamina C, clorofilla, antiossidanti e composti antitumorali, essenziali per l’organismo.

4. Fragole – Non c’è nulla di meglio di un cestino di fragole in primavera. Sono ricche di fibre, antiossidanti e vitamina C che ogni frutto rosso contiene, ma perché il corpo assimili questi nutrienti è necessario non tagliare questi frutti rossi. Quando le fragole vengono tagliate diventano sensibili alla luce e all’ossigeno e perdono con molta facilità i loro elementi nutritivi.

5. Aglio – L’aglio contiene l’allicina, un enzima antitumorale che potenzia la sua forza con l’esposizione all’aria. E’ proprio per questo che l’aglio prima di essere utilizzato dovrebbe essere tritato e poi lasciato a riposo per almeno 10 minuti. In questo modo, i suoi benefici saranno incredibili.

6. Fagioli
– I fagioli secchi contengono composti antiossidanti chiamati fitati, ma questi si legano a vitamine e ai minerali contenuti nell’alimento e non riescono ad essere assorbiti dal corpo. Sarebbe bene lasciarli in ammollo durante la notte, di modo che si liberino delle sostanze superflue.

7. Yogurt – L sostanza acquosa che si trova spesso in cima allo yogurt non appena si apre il barattolo è il siero di latte e contiene proteine e vitamina B12. Di conseguenza non dovrebbe mai essere gettata nel lavandino. Prima di mangiare uno yogurt, sarebbe bene agitarlo.

8. Pomodori – I pomodori sono tra i cibi che devono essere mangiati cotti, di modo da assumere tutte le sue sostanze nutrienti come il licopene, che protegge dai tumori e dalle patologie cardiache. Questi ultimi aumentano quando vengono riscaldati a circa 90 gradi.

9. Carne alla griglia – La carne fa bene alla salute, ma bisogna stare attenti alla cottura. Quando le tagliate sono troppo “ben cotte”, tanto da essere quasi carbonizzate, sono a rischio cancro. Le ammine eterocicliche e gli idrocarburi policiclici aromatici, i due composti chimici che causano il tumore, si formano quando la carne viene cotta rapidamente e a fuoco alto.

10. Asparagi
– Gli asparagi, invece, non devono mai essere cotti nel forno a microonde, anche quando si ha poco tempo da dedicare alla cucina. Il forno infatti impoverisce il contenuto di vitamina C di questo ortaggio, perché la sostanza nutritiva è solubile in acqua. La cottura ideale è quella al vapore o in padella, l’importante è che risultino teneri e croccanti. 
Condividi su
Partners