Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

Il Brindisi inaugura il 2014 stendendo il Grottaglie per 2-1

domenica 5 gennaio 2014
Il Brindisi inaugura il 2014 stendendo il Grottaglie per 2-1BRINDISI- Di Samuele Avantaggiato- Niente male la prestazione del Brindisi, che dopo una lunga sosta natalizia vince anche contro il Grottaglie, apparso molto indeterminato quest'oggi in campo. Dunque, si apre col botto il 2014 bianco-azzurro, che si prospetta molto roseo, dopo la bruttissima crisi di punti che ha devastato la squadra brindisina tra i mesi di Novembre e Dicembre. Ciullo per la prima gara del girone di ritorno applica il classico 4-4-2, schierando: Novembre tra i pali; Iaboni, Liotti, Vetrugno e Sicignano in difesa; linea mediana composta da Favia, Pollidori, Troiano e Pellecchia; Gambino e Fella in avanti. Il Grottaglie risponde invece con: Maraglino, Papa, Prete, Sanna, De Toma, Danese, Manzella, El Kanch, Albano, Fumai e Palmisano. Arbitra Agrò di Terni coadiuvato da Farina e Bottiglia, entrambi di Campobasso. Si parte, e già al 7' Pollidori dalla distanza spara una bomba, deviata dalla retroguardia Grottagliese in angolo. Al 9' rispondono gli ospiti con Albano, che da posizione quasi impossibile, spedisce al lato di pochissimo. Al 17' rasoiata di Pellecchia, sulla quale Maraglino si distende, mandando la sfera in corner. Al 26' Fumai su calcio piazzato non impensierisce Novembre, che si accartoccia a terra e blocca. Al 31' il Brindisi passa. Gambino viene steso giù in area da un difensore ospite. L'arbitro accorda giustamente la battuta della massima punizione. Dal dischetto si porta Pellecchia, che spedisce il pallone dalla parte opposta rispetto a quella in cui si era lanciato Maraglino. Al 33' cross perfetto per Gambino, che sotto porta spara clamorosamente alle stelle. Agli sgoccioli della prima frazione di gioco c'è tempo anche per uno show di Pellecchia, che supera un giocatore, conclude, ma Maraglino è provvidenziale nella circostanza, a deviare il colpo. Poco dopo ancora Fumai replica su calcio di punizione, ma Novembre senza problemi blocca la sfera. Nella ripresa, il gioco diventa più arrembante. Al 4' ciabattata di Pellecchia parata agevolmente dall'estremo Grottagliese. Al 19' punizione alle stelle battuta da un giocatore ospite. Al 26' arriva il raddoppio del Brindisi. Pellecchia batte magistralmente un calcio di punizione sulla corsia laterale mancina, che diventa un assist per Pollidori, bravo ad insaccare con una potente incornata. Gol giunto anche in un modo un po' beffardo nei confronti del Grottaglie. Al 32' la compagine ospite si vede annullare una marcatura siglata sugli sviluppi di un calcio d'angolo, per sospetto offside. Al 33' Loiodice dopo una lunga sgroppata sulla trequarti, tenta di sorpassare anche Maraglino, che si oppone respingendo la sfera. Al 36' arriva la seconda beffa per il Grottaglie. L'arbitro manda in anticipo sotto la doccia Prete, per somma di ammonizioni. Al 38' il Brindisi potrebbe anche triplicare i conti, ma De Toma ferma clamorosamente sulla linea di porta una conclusione di Gambino. Il Brindisi fa quel che li pare e piace, infatti al 4' colpisce anche un palo da distanza ravvicinata, su botta di Fella. Il Grottaglie non resta a guardare, e al 43' griffa il gol del 2-1 con Albano. Cross dalla destra e torsione in area dell'attaccante Materano che firma un gol, utile solo e soltanto per la bandiera. Finisce così il match tra Grottaglie e Brindisi, che all'andata terminò addirittura 0-3 per i Brindisini. A fine partita Flora afferma di voler vincere il campionato, seppur facendo uno sforzo in più sul piano economico. Sull'altra sponda il mister degli ospiti, Giacomo Pettinicchio, fa una promessa ai propri supporters, dicendo che il Grottaglie non retrocederà. Ritornando al Brindisi, la squadra di Ciullo, entusiasta dall'esito positivo di questo match, farà visita domenica prossima al Gladiator, reduce da una sconfitta in trasferta per 1-0 contro la Turris.
Condividi su
Partners