Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

IL BRINDISI TORNA A VINCERE BATTENDO LA PUTEOLANA PER 2-0

venerdý 3 gennaio 2014
IL BRINDISI TORNA A VINCERE BATTENDO LA PUTEOLANA PER 2-0Il Brindisi torna a vincere battendo la Puteolana per 2 – 0 Missione compiuta per la truppa di mister Ciullo, che chiude in bellezza il 2013, con una vittoria dinanzi al suo pubblico. Pellecchia e il neo-acquisto Troiano, condannano la squadra campana ad un’amara sconfitta. Un successo che rasserena il morale tra i tifosi bianco-azzurri, ma soprattutto tra la dirigenza, che in settimana aveva ufficializzato nuovi acquisti per rinforzare la rosa di mister Totò Ciullo. Questa settimana però ha riservato anche una vicissitudine, infatti com’è ormai noto, il dirigente sportivo Enzo Carbonella, ha abbandonato la società adriatica, abdicando subito dopo la partita persa contro il San Severo. Per il match contro i flegrei Ciullo schiera un 4-3-3 inedito con: Novembre tra i pali; linea difensiva composta da Vetrugno, Vantaggiato, Liotti e Sicignano; centrocampo formato da Pollidori, Troiano e Favia, mentre il tridente offensivo è dettato da Pellecchia, Fella e bomber Gambino. La Puteolana scende in campo con un 4-4-2. Tandem offensivo formato da Foggia e dall’ex Martina Franca, Pignalosa. Passiamo alla cronaca. Al 4′ conclusione dalla distanza di Napolitano, respinta in calcio d’angolo. Sullo stesso corner, Pignalosa si avvita di testa in area, ma la retroguardia brindisina riesce a murare il colpo. Al 8′ il Brindisi passa. Triangolazione perfetta, sulla quale Fella appoggia splendidamente la sfera a Pellecchia, che con un potente rasoterra buca la porta campana. Poco dopo Gambino viene steso giù dal limite. Per l’arbitro è calcio di punizione. Sulla battuta si porta Troiano che raddoppia i conti per la formazione pugliese, e manda in estasi il pubblico del Fanuzzi. Al 21′ Pellecchia si esibisce in acrobazia, spedendo il pallone alle stelle. Al 24′ sugli sviluppi di un corner, Gambino impatta di testa spedendo la sfera di poco al lato. Brividi tra i tifosi campani. Al 32′ lancio in profondità per Fella, che a tu per tu con Alcolino, conclude la sfera debolmente tra le braccia dello stesso portiere flegreo. Al 38′ gol invalidato al Brindisi. Pollidori commette un’ingenuità sull’estremo difensore campano, facendosi così annullare la terza marcatura griffata dai brindisini. Al 44′ Ciullo richiama in panca Pellecchia, lasciando spazio a Loiodice. Nella ripresa ci sarà solo e soltanto il Brindisi, tranne nel finale in cui i pugliesi rischieranno la frittata. Al 51′ contropiede bruciante innescato da Favia, che trova Loiodice sulla catena di destra, bravo a servire centralmente Pollidori, che non arriva in tempo all’appuntamento con il gol. Al 62′ su un tiro dalla bandierina, Novembre non trattiene il cuoio, concedendo un’occasionissima a Dascia, che spreca incredibilmente sotto porta. Al 75′ Gambino sugli sviluppi di un calcio piazzato sovrasta letteralmente l’intera difesa campana, spedendo clamorosamente il pallone sulla trasversale. Al 77′ affondo dei Pugliesi. Gambino pesca Loiodice, che tutto solo si fa ipnotizzare da Alcolino. Al 80′ Salvati mira all’incrocio dei pali, trovando però una conclusione senza fortuna. Allo scadere pericolo per i bianco-azzurri. Botta di Perrello, che timbra in pieno la traversa. Finisce con un 2-0, che chiude in bellezza il 2013 del Brindisi. Un anno che ha riservato molte soddisfazioni, ma anche qualche delusione. Per quanto riguarda il campionato- si riprenderà il 5 gennaio- quando al Fanuzzi approderà il Grottaglie, che all’andata venne sconfitto dallo stesso Brindisi, per tre reti a zero.

Samuele Avantaggiato
Condividi su
Partners