Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

LETTERE DI LICENZIAMENTO E MOBILITA’ PER I DIPENDENTI DELLA SANTA TERESA

marted́ 1 dicembre 2015
LETTERE DI LICENZIAMENTO E MOBILITA’ PER I DIPENDENTI DELLA SANTA TERESASono 130 i dipendenti della società Santa Teresa SPA che nei prossimi giorni riceveranno le lettere di licenziamento e di mobilità da parte della società.
Dal verbale della riunione del comitato di Direzione svoltasi il 27 Novembre scorso, si può ben capire la gravità di quanto sta avvenendo:
“Facendo seguito alle risultanze della riunione avvenuta in regione alla presenza della task force in data 24 novembre u.s., si decide di predisporre una nota di risposta a seguito della verifica negativa sulla disponibilità regionali da poter utilizzare per finanziare attività da affidare a Santa Teresa al fine di ridurre il numero degli esuberi. Questa nota verrà inviata lunedì 30 novembre e verrà chiesto un ulteriore incontro urgente. Per quanto concerne inoltre gli ulteriori affidamenti relativi all’anno 2016, il Presidente chiede al Dirigente del servizio finanziario la situazione del bilancio alla data odierna. Il dott. Inceri (Isceri)rilascia la seguente dichiarazione:”In merito al quesito sorto in sede di Comitati di Direzione odierno, attinente la possibilità di finanziare attività da svolgere attraverso l’affidamento di servizi, il sottoscritto Dirigente dei servizi Finanziari della Provincia di Brindisi, attesta che, allo stato attuale, della situazione finanziaria dell’Ente non è possibile garantire la copertura finanziaria per affidamenti da effettuare l’anno 2016”.
Il Presidente, pertanto, preso atto della suddetta dichiarazione del Dirigente Finanziario, conferma ancora una volta di non potersi non procedere da Parte di Santa Teresa, all’invio delle lettere di licenziamento attinenti alla procedura di mobilità chiusa, con decorrenza immediata e dà atto doversi assolutamente procedere ad avviare l’ulteriore procedura di mobilità per le restanti unità dipendenti della società onde scongiurare evidente danno all’erario””.
“La situazione si complica per tutti i lavoratori della Santa Teresa – dichiara Bobo Aprile, dei Cobas – Urge un’iniziativa alla Regione per chiedere aiuto per i 39 licenziati. Dallo Stato abbiamo bisogno di chiarezza sulle funzioni da assegnare alle province, finanziamenti che ormai sono ridotti all’osso.
La Regione Puglia, intanto, deve chiarire le funzioni che deve svolgere. Siamo in attesa che la legge regionale sul riordino delle province venga riempita di contenuti. Insomma, un vero problema difficile da risolvere se non c’è piena collaborazione”.
Condividi su
Partners