Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

Positivi e tamponi nella provincia di Brindisi, il report aggiornato al 15 novembre

martedì 17 novembre 2020
Positivi e tamponi nella provincia di Brindisi, il report aggiornato al 15 novembre Al 15 novembre 2020 nella provincia di Brindisi risultano positivi al Covid 1.278 soggetti, di cui 651 di sesso femminile (50,9%), con età mediana di 46 anni. Sono dati contenuti nell’ultimo report a cura dell’Unità operativa di Epidemiologia - Dipartimento di Prevenzione della Asl.
I fattori di rischio per cui è stato predisposto il tampone sono: “sospetto di caso” (610 casi; 47,7%), “contatto con caso accertato” (321; 25,1%), “screening” (155; 12,1%), “rientro da area a rischio” (20; 1,6%) e “soggetto in Residenza sociosanitaria assistenziale” (1 caso; 0,1%). In 171 casi (13,4%) il fattore di rischio non è definito.
L’ultimo aggiornamento sullo stato di salute dei positivi attuali descrive 705 (55,2%) soggetti asintomatici, 331 (25,9%) paucisintomatici, 84 (6,6%) con sintomatologia lieve, 9 (0,7%) con quadro severo, 5 (0,4%) critici e 7 (0,5%) in fase di guarigione; per 137 soggetti (10,7%) il dato non è noto.
Per quanto riguarda la distribuzione per Comune i positivi sono a Brindisi 362, a Francavilla Fontana 152, a Ostuni 103, a Fasano 94, a Mesagne 66, a San Pietro Vernotico 57, a Latiano 54, a Villa Castelli 50, a San Pancrazio Salentino 46, a Carovigno 45, a San Michele Salentino 43, a Erchie 34, a Ceglie Messapica 33, a San Vito dei Normanni 26, a Oria 24, a Torre Santa Susanna 21, a Cellino San Marco 20, a Cisternino 17, a San Donaci 16, a Torchiarolo 15.
Nel periodo compreso tra il 24 febbraio e il 15 novembre, sono stati sottoposti a tampone orofaringeo per la ricerca di Sars-CoV2 in totale 47.995 residenti nella provincia di Brindisi (122,9 soggetti ogni 1.000 residenti), di questi 2.616 (5,5%) sono risultati positivi al test, con una incidenza cumulativa stimata pari a 67 casi x10.000 residenti. Sono risultati positivi 1.329 donne (50,8%) e 1.287 uomini (49,2%), l’età mediana è pari a 46,5 anni. Sono 85 i decessi totali: 67 casi tra le persone che hanno almeno 70 anni; 11 tra i 60 e 69 anni, 6 casi tra i 50 e i 59 e 1 nella fascia 30-39.
Per 41.998 sottoposti a test (87,5%) è definito il fattore di rischio per cui è stato predisposto il tampone; si osserva come il test effettuato per “caso sospetto” rappresenti la motivazione di esecuzione del tampone in oltre la metà dei casi.
Complessivamente, sempre dal 24 febbraio al 15 novembre, sono stati eseguiti 71.937 tamponi (in media 1,50 tamponi per ogni soggetto sottoposto a test), pari all’11,1% dei tamponi eseguiti in Puglia. A fronte dell’aumento del numero di tamponi effettuati si osserva un trend in crescita del numero dei positivi, con i valori massimi raggiunti nelle ultime settimane, in linea con l’evoluzione del quadro epidemiologico generale.
I fattori di rischio individuati, per settimana di pandemia, risultano spesso sovrapponibili alle strategie poste in essere; infatti, si evidenzia fino al mese di maggio una maggiore proporzione di “contatto con persona contagiata”, dal mese di maggio a luglio prevale quale fattore di rischio lo “screening” in linea con le azioni promosse dalla Regione e, infine, dal mese di luglio compaiono i rientri da aree a rischio; nelle ultime settimane diventano prevalenti i casi sospetti di cui risulta complesso ricostruire la catena di contagio.
Si sottolinea che i dati sono in continuo aggiornamento e alcune informazioni possono, quindi, risultare incomplete o essere oggetto di modifiche.


UFFICIO STAMPA ASL BR
Condividi su
Partners