Ascolta Radio DARA

Ascolta RADIO DARA

Ultime News

Tennis, playoff serie B: il CT Brindisi supera in rimonta Benevento e con il cuore conquista la promozione in A2

martedì 3 luglio 2018
Tennis, playoff serie B: il CT Brindisi supera in rimonta Benevento e con il cuore conquista la promozione in A2Chi la dura non solo la vince, ma arriva a realizzare i sogni del cuore, quelli che sembra quasi impossibile che si avverino. Vittoria interna dei ragazzi del Circolo Tennis Brindisi che ieri (domenica 1 luglio), nella finale di ritorno playoff, l’ultima gara del Campionato Nazionale a Squadre di Serie B Maschile, si sono imposti per 5 a 2 sugli ospiti del Tennis Club 2002 Finance di Benevento, tagliando, per la prima volta nella storia del club brindisino, il traguardo della promozione in serie A2.


Sette questa volta gli incontri disputati (4 singolari e 3 doppi) nel corso di una gara lunga quattordici ore di gioco. Ciò dal momento che, dopo la sconfitta all’andata (lo scorso 24 giugno per 4 a 2) dei biancazzurri, sul 4 a 2 per gli stessi nel ritorno, al termine dei sei incontri regolamentari (4 singolari e 2 doppi), necessario si è rivelato il doppio di spareggio che ha determinato la promozione dei pugliesi che, lottando fino all’ultima palla, sono riusciti nell’impresa di ribaltare il risultato per arrivare a scrivere la storia di una sfida con trionfo storica.
Vale la pena evidenziare che i brindisini, partiti in netto svantaggio dal turno a Benevento, sono riusciti a strappare un 2 a 2 al termine degli incontri di singolare portandosi - tra andata e ritorno – sotto per 4-6, punteggio recuperato fino al sorpasso con la clamorosa vittoria di tre incontri di doppio consecutivi, l’ultimo decisivo a firma della coppia Brigida-De Vincentis, protagonisti e trascinatori del successo (7-6 il finale tra andata e ritorno) che ha tenuto gli spettatori sugli spalti fino a mezzanotte.
Nei singolari: Matteo De Vincentis (Brindisi, classifica 2.2) ha battuto Adrià Mas Mascolo (Benevento, classifica 2.4) 7-5/6-7(2)/ 6-4 al termine di un incontro tiratissimo durato quattro ore; Omar Brigida (Brindisi, classifica 2.4) è stato sconfitto da Francesco Liucci (Benevento, classifica 2.5) 6-2/2-6/6-1; Matteo Giangrande (Brindisi, classifica, 2.5) è stato sconfitto da Gian Marco Saccone (Benevento, classifica 2.7) 2-6/6-3/6-4; Maciej Rajski (Brindisi, classifica 2.2) ha battuto Gabriele Noce (Benevento, classifica 2.3) 6-2/7-5.
Nei doppi: De Vincentis/Giangrande (Brindisi, classifica 2.2 e 2.5) hanno battuto Mas Mascolo/Saccone (Benevento, classifica 2.4 e 2.7) 6-2/6-3; Rajski/Brigida (Brindisi, classifica 2.2 e 2.4) hanno battuto Noce/Liucci (Benevento, classifica 2.3 e 2.5) 7-6(4)/2-6/6-5, ulteriormente sconfitti nel doppio di spareggio da De Vincentis/Brigida 4-6/7-6(9)/7-6(5).
«Una vittoria straordinaria – ha affermato nel post gara Carlo Faccini, direttore sportivo del C.T. Brindisi - al termine di una gara incredibile, lunghissima, forse come mai era accaduto prima d’ora. Giocare dalle 10 del mattino fino a mezzanotte credo sia un record per questo tipo di competizioni. È stato stupendo, un crescendo di emozioni, di delusioni, di amarezze e poi di gioie. Ci abbiamo creduto fino in fondo e questa è stata la carta vincente. Dopo la sconfitta nell’incontro di andata, stamattina (ieri per chi legge, ndr) si era messa male con il 2 pari al termine dei singolari, ma siamo stati bravissimi a vincere i due doppi regolamentari e poi quello di spareggio, decisivo per la promozione. È la prima volta che in questo Circolo raggiungiamo la serie A2 in un campionato maschile a squadre. Lo meritiamo anche per l’intera città di Brindisi che vanta una importante tradizione sportiva. Siamo felici, non ci sono parole per descrivere questo momento. Io ringrazio tutti i ragazzi per la forza, il coraggio, l’impegno, la passione e la determinazione dimostrati oggi e nel corso della stagione. Sono stati straordinari come straordinario è stato il nostro pubblico che ci ha sostenuto fino all’ultima palla per festeggiare insieme questo successo che è di tutti, nessuno escluso».

 
Condividi su
Partners